Parole in gioco

febbraio 17, 2011

Ninna nanna fiorentina

Filed under: Canzoni,Tradizione popolare — paroleingioco @ 9:17 pm

Fate la nanna coscine di pollo,
la vostra mamma v’ha fatto il gonnello,
e ve l’ha fatto con lo smerlo intorno,
fate la nanna coscine di pollo.

Ninna nanna, ninna nanna
il bambino è della mamma,
della mamma e di Gesù,
il bambino non piange più.

Fate la nanna e possiate dormire,
il letto è fatto di tutte viole,
e le coperte di panno sottile,
fate la nanna begli occhi di sole.

Ninna nanna, ninna nanna
il bambino è della mamma,
della mamma e di Gesù,
il bambino non piange più.

Fate la nanna e la nanna faremo,
un sonno lungo e poi ci desteremo
fate la nanna e la nanna faremo,
un sonno lungo e poi ci desteremo

Ninna nanna, ninna nanna
il bambino è della mamma,
della mamma e di Gesù,
il bambino non piange più
della mamma e di Gesù,
il bambino non piange più.

Annunci

Ninna nanna

Filed under: Poesia — paroleingioco @ 9:03 pm

Quando il sole
come un limone di fuoco
ha spremuto tutta la luce
e all’orizzonte ce n’è solo una spanna
allora dormi, piccolo,
o, come si dice,
fai la nanna.

Quando gli uccelli
come proiettili gioiosi
hanno colpito tutto il cielo
e la terra non ne ha quasi più in canna
allora dormi, piccolo,
o, come si dice,
fai la nanna.

Quando la luna
come un sole di latte
fresca sale nel cielo azzurro e cupo
a ricoprire le nuvole di panna
allora dormi, piccolo,
o, come si dice,
fai la nanna.

Roberto Piumini

APELLE, FIGLIO DI APOLLO

Filed under: Filastrocca — paroleingioco @ 11:16 am

Apelle, figlio di Apollo,

fece una palla di pelle di pollo.

Tutti i pesci vennero a galla

per vedere la bella palla

fatta da Apelle, figlio di Apollo,

con una pelle di petto di pollo.

Blog su WordPress.com.