Parole in gioco

giugno 7, 2020

Pesi e misure

Filed under: Filastrocca,Gianni Rodari — paroleingioco @ 3:30 pm

Pesi e misure

Non puoi pesare in metri
né il pane né il panettone,
né misurare in litri
l’altezza del Resegone …

Non compri a chili la stoffa
se vuoi farti il cappotto:
non si vendono a ettari
i funghi per il risotto.

Lo so, tu non confondi
i pesi e le misure:
sei del sistema metrico
un gran campione … Eppure …

Nel misurare gli uomini
puoi sbagliare anche tu:
il più ricco, il più forte
li stimi un po’ di più …

C’è chi misura il prossimo
magari dal suo colore,
mentre dell’uomo conta
non la pelle, ma il cuore.

 

 

Gianni Rodari

maggio 30, 2020

FILASTROCCA PER LA FINE DELLA SCUOLA

Filed under: Filastrocca,Uncategorized — paroleingioco @ 8:43 am

DAD

Sta per finire una scuola un po’ strana,
con meno giorni la settimana,
con i prof dentro al pc
e i miei compagni lontani da qui.

In questo banco improvvisato
sporco i quaderni di cioccolato,
conto i miei numeri ma non gli errori,
scrivo le lettere ma poi guardo fuori.

Il fratellino vuole giocare
e a volte proprio non riesco a ascoltare,
poi c’è la mamma in telelavoro
che sembra faccia la caccia al tesoro.

Penso alla scuola e alla mia aula vuota,
penso alla vita che è come una ruota,
so che gli amici non saranno in eterno
dei francobolli dentro a uno schermo:
le loro voci torneranno vicine
e mi urleranno le tabelline!

Io non lo so se ho imparato più o meno
in questo periodo poco sereno,
ma ho avuto pazienza come una stella:
possiamo scriverlo sulla pagella?

 

Michela Guidi 2020

maggio 11, 2020

La filastrocca

Filed under: Filastrocca,Roberto Piumini — paroleingioco @ 4:03 pm

No, non leggete questa filastrocca,
forse è pericolosa, forse è sciocca.
Però, se avete letto il terzo verso,
magari non è tutto tempo perso.
Se ora siete al quinto, poi, sappiate
che, continuando a leggere, giocate
un gioco antico: gioco del pensiero
che dà un nome anche al mistero.
E adesso che leggete il verso nono,
non sembra anche a voi un grande dono?

 

Roberto Piumini

marzo 27, 2020

Il Virus è contagioso

Filed under: Filastrocca,Roberto Piumini — paroleingioco @ 8:46 am

Roberto

Che cos’è che in aria vola?
C’è qualcosa che non so?
Come mai non si va a scuola?
Ora ne parliamo un po’.

Virus porta la corona,
ma di certo non è un re,
e nemmeno una persona:
ma allora, che cos’è?

È un tipaccio piccolino,
così piccolo che proprio,
per vederlo da vicino,
devi avere il microscopio.

È un tipetto velenoso,
che mai fermo se ne sta:
invadente e dispettoso,
vuol andarsene qua e là.

È invisibile e leggero
e, pericolosamente,
microscopico guerriero,
vuole entrare nella gente.

Ma la gente siamo noi,
io, te, e tutte le persone:
ma io posso, e anche tu puoi,
lasciar fuori quel briccone.

Se ti scappa uno starnuto,
starnutisci nel tuo braccio:
stoppa il volo di quel bruto:
tu lo fai, e anch’io lo faccio.

Quando esci, appena torni,
va a lavare le tue mani:
ogni volta, tutti i giorni,
non solo oggi, anche domani.

Lava con acqua e sapone,
lava a lungo, e con cura,
e così, se c’è, il birbone
va giù con la sciacquatura.

Non toccare, con le dita,
la tua bocca, il naso, gli occhi:
non che sia cosa proibita,
però è meglio che non tocchi.

Quando incontri della gente,
rimanete un po’ lontani:
si può stare allegramente
senza stringersi le mani.

Baci e abbracci? Non li dare:
finché è in giro quel tipaccio,
è prudente rimandare
ogni bacio e ogni abbraccio.

C’è qualcuno mascherato,
ma non è per Carnevale,
e non è un bandito armato
che ti vuol fare del male.

È una maschera gentile
per filtrare il suo respiro:
perché quel tipaccio vile
se ne vada meno in giro.

E fin quando quel tipaccio
se ne va, dannoso, in giro,
caro amico, sai che faccio?
io in casa mi ritiro.

È un’idea straordinaria,
dato che è chiusa la scuola,
fino a che, fuori, nell’aria,
quel tipaccio gira e vola.

E gli amici, e i parenti?
Anche in casa, stando fermo,
tu li vedi e li senti:
state insieme sullo schermo.

Chi si vuole bene, può
mantenere una distanza:
baci e abbracci adesso no,
ma parole in abbondanza.

Le parole sono doni,
sono semi da mandare,
perché sono semi buoni,
a chi noi vogliamo amare.

Io, tu, e tutta la gente,
con prudenza e attenzione,
batteremo certamente
l’antipatico birbone.

E magari, quando avremo
superato questa prova,
tutti insieme impareremo
una vita saggia e nuova.

 

Roberto Piumini

gennaio 6, 2020

Voglio fare un regalo alla Befana

Filed under: Filastrocca,Gianni Rodari — paroleingioco @ 7:16 pm

befana luzzati

La Befana, cara vecchietta,
va all’antica, senza fretta.
Non prende mica l’aeroplano
per volare dal monte al piano,
si fida soltanto, la cara vecchina
della sua scopa di saggina:bef
è così che poi succede
che la Befana… non si vede!
Ha fatto tardi fra i nuvoloni,
e molti restano senza doni!
Io quasi, nel mio buon cuore,
vorrei regalarle un micromotore,
perché arrivi dappertutto
col tempo bello o col tempo brutto…
Un po’ di progresso e di velocità
per dare a tutti la felicità!

 
Gianni Rodari

dicembre 25, 2019

Pinocchio di Gianni Rodari

Filed under: Filastrocca,Gianni Rodari,Libri — paroleingioco @ 9:52 pm

Capitolo 01 – La prima fuga

Qui comincia, aprite l’occhio,
l’avventura di Pinocchio,
burattino famosissimo
per il naso arcilunghissimo.
Lo intagliò Mastro Geppetto,
falegname di concetto
ma più taglia – strano caso! –
e più lungo cresce il naso.
Lavorando poi di fino
fa le mani al burattino
che issofatto dalla zucca
gli rapina la parrucca.
Anche i piedi fa al monello
il paziente vecchierello
e schivando i colpi bassi
gli insegnava i primi passi.
Ma Pinocchio infila l’uscio
– Salve, – strilla, – io me la sguscio!
e Geppetto invan minaccia:
– Torna subito birbaccia!
Per disdetta in mezzo al vicolo
sta un gendarme a perpendicolo
che pel naso te lo acciuffa
e severo lo rabbuffa.
Per salvarsi quello inventa
che il patrigno lo tormenta:
“Son scappato, gente buona,
perché il bruto mi bastona!”
La bugia fa un triste effetto:
in prigion ci va Geppetto,
accusato là per là
di sevizie e crudeltà.

 

 

Gianni Rodari

dicembre 21, 2019

Gianni Rodari

Filed under: Filastrocca,Gianni Rodari,Uncategorized — paroleingioco @ 8:58 pm

rodari100

Filastrocca delle parole

Filed under: Filastrocca,Gianni Rodari — paroleingioco @ 8:53 pm

Filastrocca delle parole:
si faccia avanti chi ne vuole.
Di parole ho la testa piena,
con dentro “la luna” e “la balena”.

C’è qualche parola un po’ bisbetica:
“peronospera”, “aritmetica”…
Ma le più belle che ho nel cuore,
le sento battere: “mamma”, “amore”.

Ci sono parole per gli amici:
“Buongiorno, buon anno, siate felici”,
parole belle e parole buone
per ogni sorta di persone.

La più cattiva di tutta la terra
è una parola che odio: “la guerra”.

Per cancellarla senza pietà
gomma abbastanza si troverà.

 

Gianni Rodari

settembre 18, 2018

Filastrocca del bravo alunno

Filed under: Filastrocca — paroleingioco @ 5:27 pm

Filastrocca del bravo alunno,
inizia il lavoro con l’autunno,
riceve in cambio un bene raro
più prezioso di tutto il denaro.
Non si tratta del voto migliore,
che dà alla testa, non al cuore.
Il vero bene è la conoscenza,
ma per averlo serve pazienza,
niente trucco, niente inganno,
solo impegno per tutto l’anno.

Testo di Giuseppe Bordi

marzo 22, 2018

Filastrocca dell’acqua

Filed under: Filastrocca,Libri — paroleingioco @ 6:36 pm

Acqua fuggita dalla sorgente
Chiudo le dita e non stringo niente
Acqua canzone fatta di fresco
Voglio cantarti ma non ci riesco
Acqua leggera, vento da bere
Stai prigioniera nel mio bicchiere
Scivola in bocca, scivola in gola
Sei filastrocca ma senza parola
Scivola giù per gole segrete
Non c’è più acqua, ma non c’è più sete.

Bruno Tognolini

da: Rima rimani, Salani 2002

[immagine di Ajubel]

Pagina successiva »

Blog su WordPress.com.